Il porto di Torre Annunziata rappresenta uno snodo marittimo di grande rilievo, in quanto si trova tra il porto di Napoli e quello di Salerno, in prossimità dell'autostrada A3 e A30; è collocato in una posizione strategica e costituisce dunque una solida opportunità per lo sbarco merci sulla costa bagnata dal mar Tirreno.

Il porto di Torre Annunziata è uno degli scali marittimi più importanti della Campania, ubicato in un'insenatura del golfo di Napoli, al centro del versante tirrenico del mare Mediterraneo. 
Racchiuso  fra due ormeggi, molo di Levante e banchina Cro-celle, sui quali avviene la movimentazione delle merci, il porto di Torre Annunziata può contare in totale su due banchine principali per complessivi 500 m  lineari, larghe circa 40 m con fondali fino a 10 m, con un'ampia dotazione di gru, carrelli e macchine operatrici. 
La sua vocazione è prevalentemente commerciale, tanto che la movimentazione globale delle merci lo pone al terzo posto nella regione Campania, dopo i porti di Napoli e Salerno. 
La posizione del porto offre collegamenti strategici per la logistica nel centro sud Italia, grazie al collegamento su strada con le autostrade A3-A30 e al raccordo ferroviario alla rete nazionale.
Ottime condizioni strutturali e intermodali, che lo scalo di Torre Annunziata è stato in grado di mettere a servizio della portualità commerciale, grazie alle società concessionarie che ne gestiscono la logistica.